Content about Cultura

ottobre 20, 2011

 
"Sulla terra c'è abbastanza per soddisfare i bisogni di tutti ma non per soddisfare l'ingordigia di pochi. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo".

 

 
Un sant'uomo ebbe un giorno da conversare con Dio e gli chiese:
 
«Signore, mi piacerebbe sapere come sono il Paradiso e l'Inferno» Dio condusse
il sant'uomo verso due porte. Ne aprì una e gli permise di guardare all'interno. C'era una grandissima tavola rotonda.

agosto 8, 2011

O Brasil possui a maior população italiana fora da Itália. Não se sabe o número exato, visto que os censos nacionais não questionam a ancestralidade do povo brasileiro. Todavia, as estimativas oscilam entre 23 a 25 milhões de pessoas com algum grau de ascendência italiana. O Paraná é o estado do Sul com o maior número de descendentes, que representam aproximadamente 40% dos paranaenses.

O Brasil possui a maior população italiana fora da Itália. Não se sabe o número exato, visto que os censos nacionais não questionam a ancestralidade do povo brasileiro. Todavia, as estimativas oscilam entre 23 a 25 milhões de pessoas com algum grau de ascendência italiana. O Paraná é o estado do Sul com o maior número de descendentes, que representam aproximadamente 40% dos paranaenses.

agosto 7, 2011

Gli italiani sono “gli azzurri”. Nessuno sa che con i 150 anni dell’Italia unita, si festeggiano anche i 100 anni dell’ “azzurro” come colore nazionale. Viene dall’iconografia mariana e la dinastia sabauda ne fece un suo simbolo. Scrive Luigi Cibrario, storico della monarchia: “quel colore di cielo consacrato a Maria è l’origine del nostro color nazionale”.

Gli italiani sono “gli azzurri”. Nessuno sa che con i 150 anni dell’Italia unita, si festeggiano anche i 100 anni dell’ “azzurro” come colore nazionale. Viene dall’iconografia mariana e la dinastia sabauda ne fece un suo simbolo. Scrive Luigi Cibrario, storico della monarchia: “quel colore di cielo consacrato a Maria è l’origine del nostro color nazionale”.

ottobre 25, 2008

Lunedì 26 novembre inizierà la demolizione dello Stadio delle Alpi. Esattamente 18 anni dopo la sua costruzione.Resterà un monumento della stupidità burocratica e dell'arroganza della Juventus, nonché dell'asservimento degli amministratori torinesi al paradigma fiat. L'unica opera costruita in Italia nel periodo delle grandi tangenti senza che una lira sia stata spesa in corruzione, realizzata nei tempi di contratto e nel budget di contratto. Un'opera che ha gravato solo in quota minima sulle finanze dei torinesi (il costo dell'arbitrato e le parcelle degli arbitri).

L'unico progetto build operate and transfer per impianti sportivi realizzato in Italia. L'unico progetto realizzato con un contratto che prevedeva, con la costruzione, la gestione e la manutenzione trentennale del manufatto. L'unico progetto concesso in costruzione con un progetto rigorosamente esigenziale.